I videoracconti

Alla vita non si chiede mai troppo

Giusy e Vinod sono di Gordola (Svizzera), hanno 28 e 32 anni e stanno per diventare genitori di Isaac. Da quattro anni lei convive con la Sclerosi Multipla, una diagnosi che non temono: sanno che con il supporto dei medici e forti del loro amore potranno portare avanti un progetto di famiglia che hanno sempre desiderato, quasi già da quel giorno di tre anni fa che li ha fatti conoscere.

Siamo realisti, esigiamo l’impossibile

Debora e Loreto sono di Marcellina (Roma), hanno 33 e 38 anni, sono i genitori di Jonathan e stanno per diventare genitori di Isabella. Sono una coppia da vent’anni e sono sposati da un anno. Loreto convive con la Sclerosi Multipla dal 2008, una diagnosi arrivata non senza qualche ritardo. Sono positivi e sanno che potranno superare il problema di Loreto perché, anche se l’impegno è tanto, due bambini sanno far stare bene.

Una vita in cammino

Federica e Giulio sono di Napoli e hanno trent’anni. Dal 2012 Federica sa di essere affetta da Sclerosi Multipla, ma questo non ha impedito a lei e a suo marito di diventare genitori, prima di Eugenio (che oggi ha un anno) e tra poco di Eleonora. La loro è una vita forte della fiducia che tutto andrà bene, che la malattia non è una mancanza ma una marcia in più per conoscersi e per mettersi alla prova. In tutto questo, il supporto della neurologa che segue Federica è determinante nella gestione della gravidanza.

Un’opportunità per conoscersi

Francesca e Nino, 34 e 27 anni, vivono a Milano da più di dieci anni ma sono rispettivamente di Reggio Calabria e di Caserta. Stanno insieme da otto anni. Due anni e mezzo fa lei ha scoperto di avere la Sclerosi Multipla. Quando hanno saputo della gravidanza, Nino ha subito suggerito a Francesca di contattare la sua neurologa per capire se la terapia che stava seguendo avrebbe potuto danneggiare il feto. Ora sono felici e anzi Francesca adesso vede la sua malattia come un segno: un invito a fermarsi perché stava diventando troppo stressante.

Qual è il tuo sogno?

Il progetto Genitori si può, anche con la Sclerosi multipla nasce da una necessità: quella di realizzare un sogno. Forse, il più bello che una donna e un uomo possono avere: diventare genitori. Vogliamo raccontare a tutti voi che anche chi ha ricevuto una diagnosi di Sclerosi Multipla può, oggi, provare la gioia di dare alla luce un bambino.